ENERGIA YANG CON IL PORRO

ENERGIA YANG CON IL PORRO

ENERGIA YANG CON IL PORRO

L’energia yang è la sua essenza, la natura ce lo porge proprio nel periodo dove lo yin sta raggiungendo la sua massima espressione. Il porro, così come frutta e verdura del momento, ci viene donato per mantenere il delicato gioco degli equilibri.

La medicina tradizione cinese considera questo ortaggio un alimento riscaldante e tonificante, adatto a riequilibrare l’energia opposta che prevale appunto in questo periodo.

L’Allium ampeloprasum, questo il suo nome, è una pianta erbacea facente parte delle liliaceem, ci accompagna per tutto il periodo che va da novembre a febbraio sostenendo il nostro sistema immunitario, agendo sulla rigenerazione cellulare e contrastando gli attacchi esterni e l’astenia tipica di questa stagione.

Sono la ricchezza di vitamine A, C e buona quantità della B a renderlo tanto prezioso.

Lo possiamo consumare frequentemente, in quanto ricco di acqua e poco calorico, aiutando così il fegato che verrà depurato e liberato dalle tossine.

Calcio, potassio, fosforo, ferro e magnesio agiscono, con effetti salutari, sul sistema nervoso, su ossa ed articolazioni rendendole più robuste, e sull’elasticità della pelle con un risultato ringiovanente; lo zolfo contribuisce a mantenere liberi bronchi e polmoni.

Si riscontrano sostanze in grado di controllare i livelli di colesterolo, con giovamento di circolazione sanguinea, vene e arterie.

Nei gambi del porro sono racchiuse le fibre, che in modo dolce aiutano il transito intestinale.

Il suo utilizzo è a largo raggio, buono da unire a zuppe e minestre o per preparazione di vellutate e risotti, ma anche crudo da aggiungere nelle insalate, nonché ottimo sostituto della cipolla.

Il porro ci riscalda e ci rende forti, gli aspetti yang di cui abbiamo bisogno ora.

Miriam Marcandalli